IMPOSTE E TASSE


Il prezzo dell’energia elettrica è incrementato dalle accise e dall'Iva di Legge. L'accisa concorre a formare la base imponibile Iva.


L'accisa o imposta indiretta sul consumo, viene applicata alla quantità di energia consumata indipendentemente dal contratto o dal fornitore scelto. Le accise sono differenziate per tipologia di consumi: civili o industriali. Per i clienti con "uso domestico" residenti è prevista l’esenzione dall’accisa sino a 1800 kWh/anno.

USI DOMESTICI

Accisa €/kWh

Forniture per abitazione di residenza e potenza impegnata sino a 3 kW

Consumi fino a 150 kWh/mese

-

Consumi oltre 150 kWh/mese

0,0227

Forniture di residenza con potenza impegnata oltre 3 kW

0,0227

Forniture per non residenti

0,0227

USI DIVERSI DALLE ABITAZIONI (ALTRI USI)

Accisa €/kWh

Forniture sino a 1.200.000 kWh/mese

Consumi fino a 200.000 kWh/mese

0,0125

Consumi eccedenti 200.000 kWh/mese

0,0075

Forniture oltre 1.200.000 kWh/mese

Consumi fino a 200.000 kWh/mese

0,0125

Consumi eccedenti 200.000 kWh/mese

4.820 € in quota fissa

L'imposta sul valore aggiunto (IVA), è applicata al costo complessivo del servizio, compresi tutti i corrispettivi e l'accisa. L'aliquota applicata dipende dal tipo di fornitura:

USI DOMESTICI

IVA 10%

ALTRI USI

IVA 22%